Crediti

Prodotto: Camino a legna bifacciale Forma B95

Progetto: Studio Morra Moretti, Assisi (PG), gmm@libero.it

Installazione: Ticchioni, Collestrada (PG)

camino-a-legna-in-acciaio-e-pietra-4

Il progetto

 

La famiglia Vinti, che gestisce da molti anni un rinomato relais in una casa colonica ottocentesca, ha scelto come abitazione privata un’antica masseria, situata appena fuori dal centro storico di Bastia Umbra. Il progetto di restauro e ampliamento è stato curato da Giulio Morra Moretti, un architetto di grande esperienza nella ristrutturazione sostenibile, che è stato in grado di conservare il valore e le caratteristiche estetiche dell’edificio, ottenendo però anche la massima efficienza energetica.

 

Il casale ha richiesto un intervento a più livelli, partendo dalle murature perimetrali fino alla pavimentazione. Gli interni sono stati completamente svuotati, creando uno spazio unico, aperto fino al tetto. Un soppalco in acciaio è stato realizzato per ospitare le camere da letto, mentre la zona giorno e la cucina occupano interamente l’open space del piano terra.

120 m 3

VOLUME
RISCALDATO

RENDIMENTO

Il camino

 

Come in ogni casa colonica, anche nella masseria della famiglia Vinti era presente un vecchio camino, addossato alla parete nord, la più fredda. Dopo un’ispezione, però, è apparso subito chiaro che la canna fumaria esistente non poteva essere recuperata.

 

Su consiglio dell’architetto, i committenti, non hanno rinunciato all’idea del camino a legna, che avrebbe permesso di mantenere l’aspetto rurale dell’abitazione, ma avrebbe potuto essere facilmente rivisitato in chiave contemporanea, oltre a costituire un valido ed efficiente strumento di riscaldamento.

 

La scelta è ricaduta su un modello di camino bifacciale, al quale è stato dato un posto d’onore esattamente al centro dell’open space.

 

Per il rivestimento è stato scelto di enfatizzare il contrasto tra rustico e moderno. Da un lato sono state utilizzate le pietre originali e le mattonelle in cotto avanzate durante la fase di ristrutturazione. Dall’altro è stata creata una forma rigorosa ed essenziale, costituita da due parallelepipedi sovrapposti, che terminano con la canna fumaria, lasciata a vista e realizzata in un materiale molto moderno, come l’acciaio satinato.

La canna fumaria attraversa tutta la doppia altezza dell’ambiente e assume una forte valenza estetica, soprattutto quando è illuminata.

– Giulio Morra Moretti, architetto

L’ambiente riscaldato

 

Il camino a legna è uno strumento di riscaldamento efficace, che viene acceso quotidianamente in inverno e nelle mezze stagioni per mantenere il comfort termico del vasto open space.

 

La canna fumaria in acciaio permette di sfruttare ulteriormente il potere calorifico dei fumi e riscaldare efficacemente anche le stanze ricavate nel soppalco.

camino-a-legna-in-acciaio-e-pietra-2

TI È PIACIUTO? CONDIVIDI!

FacebookTwitterEmailGoogle+Pinterest

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE