Scopri
l’effetto
che fa

TI PIACE UN MODELLO DI STUFA E VUOI SAPERE COME STARÀ A CASA TUA?

Solo con MCZ puoi avere un sopralluogo tecnico qualificato e, ciliegina sulla torta, vedere la stufa apparire magicamente a casa tua.

 

Come funziona:

  1. Richiedi un sopralluogo compilando il form qui a lato
  2. Il miglior professionista della tua zona ti contatta per una visita tecnica
  3. Con l’aiuto del tecnico, individui qual è il punto più adatto per l’installazione
  4. Selezioni i modelli di stufa più adatti alle tue esigenze
  5. Vedi ogni modello direttamente sul tablet del tecnico come se fosse già installato

Scegliere una stufa non è mai stato così facile. Compila il modulo e vedi subito la stufa a casa tua.

Chiedi un sopralluogo senza impegno

Ogni casa è unica

Ci sono diversi aspetti da valutare per scegliere la stufa giusta: il grado di isolamento, i volumi da riscaldare, il numero delle pareti esposte all’esterno, l’esatta posizione geografica, l’esposizione solare, eccetera. Durante il sopralluogo, il tecnico valuta tutti questi aspetti. Fa inoltre una prima ispezione per capire che canna fumaria è necessaria per il tuo caso o se si può usare l’impianto fumario esistente.

Richiedi un servizio qualificato

Da anni MCZ si affida ad una rete di oltre 300 rivenditori specializzati, presenti in tutte le Regioni italiane. Sono professionisti del riscaldamento, che ti offrono molto di più della semplice vendita: un’assistenza qualificata in tutte le fasi dell’acquisto, dall’analisi tecnica preliminare fino alla scelta e al corretto dimensionamento del prodotto in base alle esigenze e alla conformazione della casa.

“La nostra stufa in 3D: fantastico!”

Matteo e Lorena cercavano da tempo una stufa a pellet per riscaldare uno studio ricavato nella veranda e privo di termosifoni. Dopo aver cercato a lungo su Internet, hanno capito che era necessario il consiglio di un esperto.

 

“Dopo un’analisi della nostra situazione, il tecnico ci ha consigliato una stufa ad aria o a convezione naturale da circa 8 kW, sufficienti per riscaldare lo studio e, tenendo la porta aperta, anche il resto dell’appartamento”, racconta Matteo. “Infine, con il suo tablet ci ha fatto vedere le diverse alternative a disposizione e abbiamo scelto quella che ci piaceva di più.”